Costiera Amalfitana, riempitevi gli occhi di meraviglia

Acque cristalline, limoni profumatissimi, paesini-gioiello incastonati nella roccia. Sì, in questa calda estate vi sto portando con me in Costiera Amalfitana, scenario di incredibile bellezza che esiste solo nel nostro Paese. In particolare, vi voglio accompagnare ad Amalfi, cuore di questo angolo di paradiso così unico al mondo da far innamorare chiunque arrivi qui.

Dopo avervi parlato della mia Venezia, attraversato Verona e viaggiato su Roma, vorrei portarvi alla scoperta di questi scorci, dei colori e dei sapori che solo ad Amalfi e nella sua Costiera potete trovare. Nel nuovo appuntamento con il mio progetto Estate Italiana ho voluto dar voce a questo angolo incredibile che ha ispirato poeti, musicisti, pittori e anche registi di tutto il mondo.

Con le sue piccole strade a strapiombo sulla bellezza, e le viuzze delle cittadine che si susseguono, dipinti sulla roccia e affacciati su un mare azzurrissimo. Mi sento romanticissima a parlarvi di questo angolo d’Italia…voi riuscireste a non esserlo?? Venite a innamorarvi di Amalfi insieme a me.

Duomo di Sant’Andrea

Il Duomo di Amalfi è una tappa obbligatoria, senza se e senza ma. Perché quello che succede è che non vi troverete di fronte alla “solita chiesa”, ma almeno a 5 edifici insieme visto che riesce a mescolare in modo decisamente unico lo stile romanico e barocco, dettagli gotici e particolari rococò. La sua è una storia di continue trasformazioni nel tempo, di ristrutturazioni e di modifiche.

E se non vi ho ancora convinti, date un occhio all’interno. Sappiate che per farlo dovrete attraversare un portone bronzeo proveniente da niente popò di meno che Costantinopoli! Non è incredibile? Oriente e Occidente qui, ad Amalfi, in una chiesta dagli interni capaci di stupire lo sguardo con forme barocche, marmi ed eleganti ornamenti.

E ancora, dal portico del Duomo si accede infine al Chiostro del Paradiso, in stile romanico ma con influssi arabeggianti ed al suo interno è presente un suggestivo giardino con palme circondato da portici con sottili colonne bianch nonché scrigno di diversi affreschi di importanza storico-artistica.

Fontana Sant’Andrea

Un altro simbolo di Amalfi è la sua fontana che è stata restaurata da poco e risplende ancora di una bellezza senza tempo. La statua del santo protettore di Amalfi è raffigurato con la croce del martirio ed è collocato sopra un basamento intorno al quale ci sono quattro angeli-puttini alati con grandi pesci che fanno fuoriuscire dalla bocca getti d’acqua.

E questo primo gruppo sembra appartenere al progetto storico originale. Diverso il discorso che riguarda le sculture presenti sul fronte principale. Infatti, fa la sua comparsa un satiro, comunemente conosciuto come il “pulicano”, una sirena a due code ed un rapace scolpiti su un raffinato marmo di Carrara che lascia pensare che si tratti di un’aggiunta del Cinquecento.

Passeggiata alla sera lungo la riviera

E se questa è la meraviglia dell’Amalfi diurna, cosa ne dite di visitarla la sera, magari con una bella passeggiata lungo la riviera? Da mezza costa, si ammira uno dei panorami più belli dell’intera costiera e per la cena si può optare per uno dei ristoranti panoramici intorno al vecchio bastione.

Vi vorrei dire dove andare a bere qualcosa, dove ascoltare della buona musica, ma la verità è che a me è piaciuto perdermi a guardare la città illuminata la sera. Uno spettacolo di luci e ombre come un piccolo presepe, ma con il mare, che si può ammirare camminando lungo la costa e sulla spiaggia. Voltatevi, guardate in su e godetevi lo spettacolo.

Mangiare un sorbetto al limone da A’Sciulia

Un’esperienza da non perdere assolutamente è quella di lasciarsi tentare da un sorbetto al limone in una delle gelaterie più buone di Amalfi, A’Sciulia. Come dice sulla sua pagina instagram “Gelati al limone, sorbetti, granite, macedonie, frullati, yogurt. Il gusto fresco di Amalfi, in un vicolo storico”. Ed è esattamente così, un locale super carino dove lasciarsi coccolare dalle prelibatezze fatte in case alla vecchia maniera! Da non perdere, parola di golosona!

Spiaggia grande e spiaggia del Duoglio

E ora, andiamo al mare! Cominciamo proprio dalla Marina Grande di Amalfi, tra le più ampie di tutta la Costiera e, vista la sua posizione centrale, è anche la più frequentata nel periodo estivo da Giugno fino a Settembre. Dal molo della spiaggia più grande di Amalfi partono le barche per raggiungere le tante calette accessibili solo dal mare.

Se siete amanti del mare cristallino, ma anche degli sport non potete perdervi il Duoglio. Questa spiaggia è forse la più nascosta della costiera, si trova poco distante dal centro della città (un chilometro circa) e ci si arriva percorrendo una scalinata di ben 400 gradini. Qui, il Lido degli Artisti, uno degli stabilimenti presenti sulla spiaggia, dà anche la possibilità di noleggiare le attrezzature per dilettarsi con i principali sport acquatici. La spiaggia è fatta prevalentemente di ciottolini ed è lunga circa 170 metri.

Visita alla grotta dello Smeraldo

Visitare la Grotta Smeralda è qualcosa che si deve fare almeno una volta nella vita. Il suo nome deriva dai magnifici riflessi dell’acqua che si trova al suo interno, dati dalla luce del sole che entra da una fenditura nascosta. A rendere tutto più spettacolare sono le incredibili stalattiti e i bassorilievi che si sono formati nel tempo grazie al lavoro incessante dell’acqua che ha levigato le pareti di questo luogo fermo nel tempo. Quando il mare è calmo e il sole è alto, la grotta appare davvero magica grazie ai riflessi che la luce è capace di generare.

È possibile visitare la grotta accedendovi da una strada statale, la 163, dotata di ascensore e di scala, l’ingresso è situato a circa 3 chilometri dalla cittadina di Praiano, ma ancora più bello è arrivarci via mare. In questo caso è una zattera a permettere l’ingresso nella grotta. Numerosi sono gli operatori turistici che offrono servizi di escursioni in questa grotta e nelle altre aree della zona.

Cena al NH collection Grand Hotel Convento con lo chef Claudio Ianuto

Per rendere ancora più indimenticabile il soggiorno ad Amalfi, il mio consiglio è quello di non lasciarsi scappare la possibilità di soggiornare al NH collection Grand Hotel Convento, una location pazzesca dove tutte le camere si affacciano sul mare, una piscina infinity, palestra e spa.

E se proprio non trovate una camera, concedetevi la coccola di cenare in uno dei due ristoranti della struttura dove è possibile degustare le creazioni dello chef Claudio Lanuto.

Vi consiglio la Locanda per pranzo dove l’atmosfera rilassata e informale vi accoglierà per un pasto leggero, ma sempre di altissimo livello. Mentre la sera è il ristorante principale, quello Dei Cappuccini, a rappresentare la location perfetta. Ambiente elegante che offre sia una sala interna che una meravigliosa terrazza con vista panoramica su Amalfi.

Piatti gourmet della tradizione italiana e mediterranea, preparati con ingredienti freschissimi e davvero incredibili! Provare per credere!

Comprare una sciarpa di lino da Angela Romano

Come si fa a lasciare Amalfi senza pensare di protar con sé un suo ricordo? Io vi consiglio di lasciarvi incantare dalle creazioni in lino di Angela Romano, una boutique che vende capi unici, a chilometro davvero zero!

L’azienda ha sede a Sant’Egidio del Monte Albino, ultimo paese della Costiera Amalfitana e dove i capi vengono disegnati, tagliati e confezionati. La produzione è interamente realizzata dal fratello Alberto Romano e i prodotti finiti di altissima qualità vengono venduti nelle boutique Mario Romano a Capri, Amalfi e Sorrento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.