La Milano Fashion Week 2022 in cinque sfilate

adidas x Gucci, D&G, Prada, Missoni e Genny: queste le passerelle che vi voglio raccontare e che rispecchiano a pieno lo spirito Womanpower!

Milano e la sua fashion week hanno un fascino e una potenza davvero incredibile. L’edizione 2022 non ha solo rappresentato un tentativo di ritorno alla normalità, ma anche un palco da cui lanciare messaggi di pace e di ripudio verso una guerra che non riusciamo a interpretare. Questo mi ha fatto capire ancora di più come una sfilata di moda non sia solo glitter e passerelle, ma un momento dove la possibilità di esprimere idee, concetti, creatività simboleggia la vera libertà di cui spesso ci dimentichiamo.

Ho avuto la fortuna di presenziare a diverse sfilate durante questa edizione della Milano fashion week e sono tornata a casa arricchita negli occhi e nel cuore. adidas x Gucci, D&G, Prada, Missoni e Genny, questi alcuni dei nomi che ho avuto la fortuna di veder sfilare e che ho amato. Ecco perché.

Adidas x gucci

Questa passerella ha racchiuso il mio stile sportychic visto che ha messo insieme due brand complementari dove performance ed estetica fanno a gara per dominare creando un connubio vincente di perfetto equilibrio.

Photo: Alessandro Luciani gorunaway
Photo: Alessandro Luciani gorunaway

L’estetica retrò-chic di Gucci è il fil rouge di tutta la collezione, mentre adidas e i suoi loghi intervengono di tanto in tanto, dando un tocco atletico e tecnico alla linea. In questo modo, il brand delle tre strisce permette al suo partner di brillare in modo creativo, supportandolo con il suo know how. In pedana tira aria di anni Ottanta a partire dalla colonna sonora e si gioca su contaminazioni continue tra active, lusso e sartoriale

Photo: Alessandro Luciani gorunaway

Indubbiamente gli accessori e le calzature saranno i pezzi più ricercati della collezione e in questo senso le Gazelle, le iconiche sneakers di adidas, risultato uno dei modelli di calzature chiave che si vestono con tessuti pregiati e stampe come pelle di serpente, velluto e il motivo “GG.

Photo: Alessandro Luciani gorunaway

Guanti in pelle e berretti sportivi in ​​maglia ottengono il trattamento mashup, sottolineando lo spirito più sportivo della partnership.

Certo, è difficile dimenticare il cappello double face, che può essere indossato su entrambi i lati a seconda del proprio umore. Chiediti: ti senti Gucci o Three-Stripes oggi? Oppure, indossalo di lato, se ti senti entrambi.

D&G

Come non restare di stucco davanti alle sperimentazioni che hanno messo in campo Dolce e Gabbana nella loro presentazione alla Milano Fashion Week, per me è inspiegabile!

Photo: Alessandro Luciani gorunaway

Soprattutto quando vuoi creare qualcosa di reale partendo dal virtuale. Immaginate di veder sfilare degli avatar, delle rappresentazioni di desideri a metà strada tra il metaverso e la incarnazione di queste proiezioni.

Photo: Alessandro Luciani gorunaway

Via stampe e maioliche e spazio a materiali moderni e tecnici: dal latex, passando per il metal, jersey fino al nylon. 90 uscite che mixano sapientemente sartoria e street style passando attraverso la proposta di spalle enormi, vite strette e fianchi enfatizzati, guaine colorate effetto seconda pelle, pantaloni a una gamba sola.

Photo: Alessandro Luciani gorunaway

Molto nero con spruzzi di turchese, rosso, fucsia e la sfida di anticipare il momento. Della passerella di Dolce e Gabbana ho amato le catsuits estremamente colorate, perfette per le Tall girls.

Prada

Un messaggio bellissimo, in pieno stile Womanpower: Sono le donne che danno forma agli abiti e non viceversa. Lo ha detto Prada omaggiando le sue modelle attraverso il racconto delle loro personalità via social: bambine ieri e donne oggi, pescando negli album dei ricordi di ognuna.

Photo: Alessandro Luciani gorunaway
Photo: Alessandro Luciani gorunaway
Photo: Alessandro Luciani gorunaway

Non più l’idea dell’indossatrice a servizio della moda, ma una vera e propria celebrazione in cui I co-direttori creativi Raf Simons e Miuccia Prada dedicano l’ultima collezione alle muse e alla storia delle donne.

Le top model Kendall Jenner, Kaia Gerber, Anok Yai, Chu Wong, tra gli altri, sono presenti alla sfilata soprannominata “An Ideology of Prada”, indossando l’ultima interpretazione del marchio di trench, piumini, gonne a pannelli, e blazer larghi.

Missoni

E cosa dire della linea presentata dal brand che sotto la nuova direzione creativa di Alberto Caliri esce dalla sua comfort zone? Missoni oggi è una realtà che non ha paura di osare e che vuole vestire una donna forte e dinamica che vuole scoprire nuovi lati di sé. In totale stile Womanpower!

Photo: Alessandro Luciani gorunaway
Photo: Alessandro Luciani gorunaway
Photo: Alessandro Luciani gorunaway

Quindi si diverte esplorando tessuti, stili e materiali diversi il tutto a ritmo di rock che scatena una grande energia vitale.Camicie maschili bianche stampate con corolle di fiori neri portate aperte sul busto, minigonne in pelle logata (da indossare subito) , pantaloni in lurex e jeans spalmati li lurex argentato.

E ancora ricami di murrine e pattern presi dagli amati arazzi di Tai. Insomma, una rilettura in chiave attuale delle potenzialità di un marchio che vuole correre verso il rilancio, ma sempre rispettando una storia che ha superato i 50 anni.

Genny

Photo: Alessandro Luciani gorunaway

Per Genny la donna manifesta l’incredibile capacità di essere forte e leggera insieme. Per questo motivo, nella sua proposta per l’autunno inverno 2022/23, la maison mescola il minimalismo di silhouette, super lucide, che ricordano gli anni ’90 con il massimalismo espresso attraverso i suoi colori, una tavolozza di toni molto forte come cioccolato, corallo, fucsia, viola, mandarino, lime.

Un dualismo che ritroviamo anche dal punto di vista materico, poiché si accostano i materiali, da quelli più delicati a quelli più resistenti ed elaborati. Lo stile del brand è un inno alla sensualità, senza strappi o allungamenti ma che è, in realtà, la traduzione negli abiti di essere una donna, forte e disinvolta allo stesso tempo.

Photo: Alessandro Luciani gorunaway
Photo: Alessandro Luciani gorunaway

Ho adorato il colore pink power proposto più volte nei look, una novità e una rottura rispetto a tutto il resto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.