Un sogno che diventa realtà: il mio Red Carpet a Venezia 77

Anteprima “The Duke” durante la Mostra Cinematografica di Venezia 77
Credit Mihail Iosip

Il festival come non lo avevo mai visto in una città che riesce sempre a emozionarmi

Datemi un pizzico, perché ancora non ci credo. Ma so che è reale, perché se chiudo gli occhi mi sembra ancora di rivivere quei momenti, le luci, le voci, le emozioni e di poter tornare lì, su quel Red Carpet che ho sempre sognato, ammirato e sospirato. La 77esima Mostra del cinema di Venezia mi ha regalato tutto questo ed è incredibile come la mia città, ancora una volta sia stata in grado di meravigliarmi, regalandomi ancora qualcosa di nuovo e di magico.

Da bambina ogni anno mia nonna mi portava a vedere gli attori famosi, ci accostavamo alle transenne e osservavamo quel mondo fatto di paillettes e sorrisi. Io, mia nonna, il cinema e le attese infinite ad aspettare che arrivasse quello o quell’altro personaggio del grande schermo e ancora le musiche e Venezia che diventava così magica e bella, una piccola personale Hollywood. E poi il sogno che si avvera, io che cammino sul tappeto rosso per partecipare all’anteprima di The Duke, un bellissimo film ironico e intelligente.

Credit Franco Origlia
Prima del Red Carpet presso Ausonia Hungaria Hotel

Giocando a basket ho vestito con orgoglio per anni la maglia oro granata della città di Venezia e oggi, indossando un abito dell’Atelier Emè e i gioielli di Marco Bicego sul Red Carpet, è come se mi fossi messa un’altra divisa pronta per la sfida più grande: quella di un festival che vuole che la nostra città torni ai suoi splendori e che la vita ricominci a scorrere come prima, per ritrovare quell’eccezionale normalità che si respira solo nella laguna.

La mia “prima volta” a Venezia è stata alle ore 22 del 4 settembre. Perché ve lo dico? Perché il 4 settembre è il compleanno di Beyoncé: chi mi conosce sa quanto questa cantante rappresenti per me un modello! Lei mi ha sempre motivata ad andare avanti, a inseguire i miei obiettivi ed è stato proprio un bel caso arrivare a questo momento così importante nel giorno del suo genetliaco. Insomma, ho vissuto un qualcosa che non dimenticherò mai, senza ombra di dubbio uno dei giorni più belli e intensi della mia vita!

Ma il festival ha rappresentato il momento anche per un altro progetto meraviglioso che mi ha portato su e giù per la mia città in collaborazione con Marco Bicego,  gioielleria di Vicenza famosa in tutto il mondo. Blitz Exclusive ci ha messo a disposizione uno dei suoi Private Water Taxi di lusso con cui ho girato per tutta la città, insieme alla truccatrice, la fotografa e la mia assistente…ovvero mia mamma!

Abbiamo iniziato con una prima tappa a San Giorgio Maggiore, un piccola isola situata di fronte a piazza San Marco. Poi abbiamo proseguito verso il lido e ancora al Kempinski San Clemente Hotel.

Voglio raccontarvi di che posto incantevole sto parlando: sorge sull’isola privata di San Clemente, situata a soli 10 minuti di distanza da Piazza San Marco, che è un’isola privata e non può essere raggiunta da mezzi di trasporto pubblico; l’accesso in questo incantevole luogo veneziano è consentito solo alle barche dell’hotel, ai taxi acquei o ai servizi di trasporto privati. Giardini rigogliosi, antiche corti interne, la storica chiesa di San Clemente, 196 camere e suite, con vista sulla laguna o sul lussureggiante parco dell’Isola, tre ristoranti, campi da tennis e da golf, una piscina all’aperto e trattamenti spa. Un luogo capace di lasciarti a bocca aperta ogni volta.

Infine, ultima tappa, la Piazza san Marco con il drop off dal taxi. Durante tutto il viaggio abbiamo scattato uno shooting che definire “incredibile” è poco. Ho indossato gioielli di una bellezza artigianale rara che arricchivano gli abiti scelti per gli scatti in questi luoghi esclusivi.

Per me questi giorni di Festival sono stati intensi e memorabili, ma ancora una volta a stupirmi è stata la mia città che non mi stancherò mai di raccontarvi, perché vivo in un posto meraviglioso ed è il mio più grande orgoglio.

Comments

  1. Gerardo says:

    Meraviglia delle meraviglie😊

  2. […] Come lo scorso anno, anche per l’edizione 2021 sono stata invitata a calpestare il red carpet e assistere da protagonista alla kermesse. L’occasione è stata la proiezione del cortometraggio d’autore “Centoundici. Donne e uomini per un sogno grandioso”, diretto da Luca Lucini con Alessio Boni, Cristiana Capotondi, Giorgio Colangeli, Adriano Occulto sul coraggio delle imprese di guardare avanti e sull’impresa di fare cinema. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *